(Pdf Stampabile)

Dati Progetto

Nome cantiere: Nuovo Quartiere Pisani
Ditta proprietaria: Veneta Target Srl
Indirizzo: Via Marmi 36072 CHIAMPO (VI)
Dati catastali: foglio n°7 mappali 986,288,993,988,1172,465
Lavori: Opere di urbanizzazione PP11, costruzione di passerella ciclo-pedonale e piani interrati degli Edifici n° 9 -10 -11 -12
Tipologia: Complesso commerciale-direzionale e residenziale.

Descrizione

Il nuovo Residence Pisani verrà realizzato su terreno ubicato all'interno del Piano Particolareggiato 11, posto direttamente sulla Strada Provinciale Valdichiampo (Via T.Dal Molin) e sarà costitito da 4 distinti edifici.

Il progetto prevede la costruzione di una serie di edifici (denominati in progetto edificio 9, 10, 11 e 12) ad uso commerciale-direzionale al piano terra e residenziale ai rimanenti piani; tutti gli edifici saranno ad alta efficienza energetica tale da conseguire la certificazione di classe B.

L'edificio 9 avrà una pianta di forma rettangolare con dimensioni pari a m. 60,30 x m. 10,70 e sarà costituito da 5 piani più 2 interrati; il primo piano interrato sarà completamente adibito ad uso pubblico, mentre il secondo livello sarà destinato ai garages dei residenti.
Al piano terra sono previsti negozi, due portici coperti con l'ingresso ai due vani scala ognuno dei quali servirà dodici unità abitative studiate con diverse tipologie di distribuzione degli spazi, cercando di sfruttare al meglio la superficie a disposizione e di proporre ai futuri residenti delle soluzioni funzionali.

Le superfici utili calpestabili delle unità variano dai mini appartamenti da mq. 46,00 agli attici da mq. 116,00; le altezze utili degli appartamenti sono di m. 2,70 mentre gli attici, avranno altezza variabile da m. 2,20 a m. 3,95.
Ad ogni livello sarà presente un ampio atrio d'ingresso abbondantemente illuminato dalla ampie finestrature di facciata: su tale atrio sarà ricavato il vano scala avente larghezza di m. 1,20 e un vano ascensore dimensionato a norma di Legge.

La rampa carrabile per accedere ai piani interrati è realizzata in calcestruzzo con spolvero di quarzo, rigata a spina di pesce e con il fondo antisdrucciolevole.
La pavimentazione esterna dei marciapiedi e dei portici coperti è realizzata con materiale lapideo di elevata qualità con finiture anti-scivolo e anti-macchia; nell'area collettiva prospiciente, saranno posizionati arredi in marmo quali panchine e fioriere piantumate con fiori ed essenza tipicamente locali.

Vengono inoltre rispettate i dettami previsti dalla Legge 13/89 sul superamento delle barriere architettoniche.

Con le stesse caratteristiche saranno costruiti anche gli altri edifici del residence, l'edifico 12 avrà una pianta ad "L" e sarà distribuito su 5 piani collegato agli edifici 10 e 11 da una piazzetta coperta.
L'edificio 10 sarà costituito da 4 piani mentre l'edificio 11 avrà il solo piano terra totalmente destinato ad uso commerciale-direzionale.
A servire gli Edifici 10-11-12 vi sarà un piano interrato adibito a garages e ripostigli per i residenti.

Sulla copertura degli edifici sarà realizzato un impianto fotovoltaico, l'energia elettrica prodotta sarà utilizzata per l'illuminazione delle parti comuni (percorsi esterni, rampo d'accesso, garages..) e per il funzionamento degli ascensori, ciò porterà ad azzerare i costi condominiali per l'energia elettrica.

Al fine di rendere accessibile ai residenti la piazza centrale di Chiampo è stata realizzata una passerella ciclo-pedonale sopra alla provinciale e al fiume Chiampo, così in tutta sicurezza ed in pochi passi si può tranquillamente raggiungere il municipio ed altre strutture della comunità.

Scavi Fondazioni e Struttura

Prima dello sbancamento del terreno su tutta la zona del complesso sono state eseguiti i prelievi di campioni del terreno ed inviati al laboratorio d'analisi come previsto dall'attuale disciplina normativa ambientale. Per tutti i valori sono sono risultati inferiori ai limiti fissati dalla tabella A All. 5 Titolo V Parte IV del D.Lgs. 152/06.

Le fondazioni sono quelle parti della struttura dell'edificio che svolge il compito di ricevere e trasmettere i carichi delle strutture in elevazione nel terreno.

Al fine di livellare il terreno sono stati stesi 20cm. di ghiaione e poi è stato adottato il sistema di fondazioni dette "continue" costituite da cemento armato per uno spessore di 60 cm. con un'incidenza del ferro d'armatura in ragione di 80 Kg/mc più una platea di ulteriori 60 cm. di spessore.

I pilastri (di dimensioni cm 30x30 e cm. 40x60) in cemento armato, con un'incidenza del ferro d'armatura in ragione di 130 Kg/mc, sono collegati strutturalmente con le travi e le piattabande in modo da costituire un'unica struttura a telaio.

Solai

Il solaio tra il piano interrato e il piano terra con lastre Predalles che sono lastre di cemento armato vibrato con larghezza di ml. 1,20 ed uno spessore di cm. 24+5. Le loro notevoli prestazioni statistiche le rendono come le soluzioni più idonee alla realizzazione di solai per l'edilizia civile, l'industria ed i parcheggi ed hanno una certificazione di resistenza al fuoco REI 120.

I solai intermedi dal piano terra fino all'ultimo piano sono realizzati in latero-cemento (UNISOL). Il sistema UNISOL rappresenta la più recente evoluzione in materia di solai prefabbricati destinati all'edilizia residenziale ed è formato assemblando in opera travetti tralicciati KS ed elementi interposti in laterizio.

Murature ed Isolamento Acustico

Le murature perimetrali esterne al fine di ottenere ottimali prestazioni in termini di isolamento acustico e termico si sono adottati i seguenti materiali:

  1. Intonaco esterno spessore 1,5 cm.
  2. Blocco Poroton spessore 12 cm.
  3. Pannello isolante in polistirene estruso attentato ad incastro X-FOAM spessore 5 cm.
  4. Blocco Poroton spessore 25 cm.
  5. Intonaco interno spessore 1,5 cm di cui 1 cm. premiscelato a greggio e 0,5 cm a fino.

Per le murature interne divisorie tra le varie unità immobiliari si è dato grande peso anche all'isolamento acustico, oltre che a quello termico, adottando questa particolare soluzione nelle murature divisorie tra le varie unità immobiliari:

L'immagine rappresenta la sezione tipo delle murature divisorie interne tra le varie unità che sono costituite da :

  1. intonaco esterno sp. 1,5 cm
  2. tramezza in Poroton da cm. 12
  3. "Glass Wood Panel" pannello tristrato, battentato sui lati verticali, preaccoppiato con collante atossico per uno spessore totale di cm. 5,5, composto da due pannelli di fibra di legno con interposto un pannello di lana di vetro, con questo sistema costituito da materiali porosi e fonoassorbenti, le onde sonore vengono prima smorzate dalla fibra di legno e poi assorbite dalla lana di vetro.
  4. blocco in Poroton da cm. 12
  5. intonaco interno sp. 1,5 cm
  6. rotolo per isolamento acustico a pavimento Fonorubber.

Al fine di assicurare un buon isolamento acustico anche all'interno di ogni singola unità per le tramezzature interne alle stesse unità si è adottatto un blocco in laterizio dello spessore di cm. 12, invece degli usuali cm. 8, per uno spessore della parete finita con intonaci e tinteggiature su ambi i lati di circa cm. 15.

I pavimenti sono isolati acusticamente con la posa del rotolo preaccoppiatto per isolamento acustico a pavimento e con la particolare cura nella posa della fascia perimetrale ad L lungo i bordi delle pareti onde evitare qualsiasi tipo di ponte acustico.

L'isolamento acustico delle tubazioni sarà garantito dalla scelta di utilizzare il sistema di scarico insonorizzato a tre strati POLO-KAL 3S: la parete interna in polipropilene ha ottime caratteristiche idrauliche, lo strato intermedio vibro elastico in Porolen assorbe l'energia vibrante mentre lo strato esterno, in polipropilene rinforzato con minerali RAL 7035, garantisce la necessaria rigidità e resistenza agli urti.

Il sistema di scarico insonorizzato POLO-KAL 3S è l'unico ad avere raggiunto la soglia minima dei 10 decibel di rumorosità (Valori Lin) con la portata di 2 l/s, nelle rilevazioni in opera dll'Istituto Fraunhofer per la Fisica dellle Costruzioni di Stoccarda.

L'insonorizzazione dei fori di ventilazione è garantita dall'utilizzo della presa d'aria silente TORNADO che è costituito da un corpo rigido in materiale plastico ad elevatissima resistenza con al suo interno è inserito un silenziatore dissipativo realizzato con due setti di materiale fonoassorbente, consentendo così un'aerazioni libera di passaggio maggiore a 100 cmq ed insonorizzare il foro sulla parete.
Indice di valutazione secondo la UNI EN ISO717-1 Dn,e,w 53 dB.

Copertura

Il solaio di copertura sarà in legno ed è previsto un pacchetto ad alte capacità performanti così costituito:

  1. Travi principali in legno lamellare 24x32 e colmo 32x46
  2. Travi secondarie in legno lamellare 14x20
  3. Assito sp. 2,5 cm
  4. Membrana traspirante
  5. Due strati di Lana di roccia Densità 150 sp. 5 + 5 cm. incrociate
  6. Nocalit cm. 5
  7. Freno a vapore
  8. Strato di ventilazione
  9. Guiana granagliata mm 4,00
  10. Manto di copertura in tegole Wierer

Particolare del tetto in legno a vista dell'Edificio 9 in fase di completamento:

Particolare del tetto in legno a vista dell'Edificio 9 in fase di completamento.

Il manto di copertura sarà in tegole WIERER coppo di grecia AURANOX, la tegola antismog, posate con malta speciale compresi pezzi speciali.

I comignoli saranno in cotto con rivestimento di lana di roccia e strato esterno in calcestruzzo con cappello in marmo.

Serramenti Esterni

I serramenti esterni del vano scale al piano terra e di tutte le unità commerciali-direzionali saranno in alluminio con profili estrusi a taglio termico in lega 6060 UNI 9006/1 finiti con trattamento di verniciatura a fuoco con polveri poliestere in tinta RAL, completi di maniglie in alluminio anodizzato, cerniere accessori tropicalizzati guarnizioni in EPDM.
Vetri 55.2- 20 gas argon – 44.1 bassoemissivi.

I serramenti esterni (finestre e portefinestre) delle unità residenziali saranno in legno abete lamellare con sez. anta 68x80 e sez. telaio 68x80 con due guarnizioni, gocciolatoio in alluminio, ferramenta anta ribalta, con vetrocamera basso emissivo 3+3-16-3+3 per le portefinestre e 4-16-4 per le finestre entrambe con canalino in pvc valore Ug 1,0.
I contorni dei serramenti delle finestre e portefinestre saranno in marmo.

Finestre e portefinestre saranno forniti di balconi alla vicentina in okumè dello spessore di 35 mm con ferramenta a vista.

Serramenti Interni

Il portoncino d'ingresso delle singole unità sarà blindato in noce tanganica sui due lati, completo di pomolo esterno fisso, mezza maniglia interna, spioncino, parafreddo e serratura a mappa.

Le porte interne alle unità saranno in noce tanganica con venatura verticale con cassa li stellare placcata da cm. 15.

Residence Pisani classe B efficienza energetica Fondazioni Residence Pisani Foto delle fondazioni del Cantiere Sezione tipo solaio predalle Murature esterne Murature interne Isolamento Pavimento Tornado, Insonorizzazione Fori Ventilazione Sezione tipo pacchetto di copertura Tegole Antismog Sezione Serramento Finestra
Esempio di Porta Interna
 

(Pdf Stampabile)

Impianto Idrico Sanitario

L'impianto idrico sanitario, è stato costruito con tubi polipropilene saldati a tasca che va a servire tutte le utenze quali: wc, bidet, lavabo, docce, vasche e attacchi cucina. Le tubazioni di acqua calda e fredda sono isolate per impedire la trasmissione del calore ed il passaggio di eventuale rumore.
L'impianto all'ingresso dell'appartamento è dotato di saracinesche generali per interrompere l'erogazione dell'acqua in tutto l'appartamento.

Sanitari e Rubinetteria

I sanitari sono di tipo sospesi realizzati in porcellana vetrificata di prima scelta (Marca Globo linea Misura). I lavabi sono completi di miscelatori con comando a leva; i wc sono completi di cassetta di risciacquo "incassata al muro" con comando ( Marca Geberit linea Unica), i bidet sono completi di miscelatori.

I piatti doccia (Marca Globo) sono comprensivi di miscelatori con doccia e asta saliscendi; le vasche da bagno (Marca Ideal Standard linea Hafro Tua) in resina acrilica sono complete di gruppo miscelatore e doccia a telefono.

Tutta la rubinetteria è in acciaio cromato (Marca Cristina serie Oltre). Sono predisposti attacchi e scarichi in polipropilene per lavatrice, lavatoi e lavello cucina.

Impianto di Riscaldamento

L'impianto di riscaldamento è di tipo a pavimento con pannelli radianti per la zona giorno, zona notte e bagni.
Nei bagni verrà inoltre installato un scalda salviette (Marca Cordivari modello Claudia) che serve nel periodo invernale per integrare l'impianto a pavimento e nella mezza stagione funzionare autonomamente.

Le tubazioni di alimentazione al collettore sono in multistrato con adeguato isolamento.
L'impianto è calcolato in modo che, con una temperatura esterna di -5° C, sia garantita una temperatura interna di + 20° C nei vari locali.

Caldaia e Bollitore

L'impianto di riscaldamento è costituito da caldaie centralizzate e bollitore di alta capacità, che serve da accumulo termico per immagazzinare l'energia prodotta dai collettori solari.
Questa energia viene ripartita in parte all'utilizzo sanitario (acqua calda) e d'inverno serve ad alimentare l'impianto di riscaldamento, contribuendo ad una riduzione dei costi.

Qualora non ci fosse l'irraggiamento dal sole, le caldaie entrano in funzione in modulazione a seconda della potenza necessaria e mantengono in servizio l'impianto.

All'ingresso degli appartamenti, vi è posto un collettore di contabilizzazione; è dotato di un misuratore di portata e due sonde di temperatura sul lato riscaldamento; un misuratore di portata e una sonda sul lato sanitario acqua calda.
Questo ha il compito di contabilizzare l'energia ceduta per ogni singola unità abitativa e attraverso un concentratore dati, trasferisce tutte le letture su un pc, che l'amministratore di condomino provvederà a gestire.

Pannelli Radianti a Pavimento

L'impianto di riscaldamento a pannelli radianti, è costituito da un collettore pre-montato posto in una cassetta in lamiera zincata e verniciata, ad incasso. Il collettore è completo di valvole di intercettazione, detentori, raccordi per tubazioni, misuratori di portata e valvola con testa elettrotermica.

Il sistema pannelli è di marca Velta modello Loex. Si tratta di un pannello bugnato con inserito all'interno un serpentino in polietilene reticolato a barriera di ossigeno, posato con benda perimetrale e relativi giunti di dilatazione.

Impianto Solare

L'edificio è dotato di un collettore solare (pacchetto di pannelli solari termici atto alla conversione della radiazione solare in energia termica) che serve i bollitori al alta capacità.

Utilizzando un circuito con liquido glicolato ed una stazione pompante, si è in grado di trasferire l'energia termica captata dal sole al grande accumulo posto in centrale termica, il quale, ripartirà a seconda delle esigenze il calore all'acqua calda sanitaria o all'impianto di riscaldamento.

Impianto di Condizionamento

Per l'impianto di condizionamento è stato installato del tubo rame Mega Mu, con rivestimento esterno in alluminio che garantisce un'alta resistenza al deterioramento causato dai raggi solari.

Sono inserite scatole ad incasso Nicons Climabox ed una cassetta con apposito sifone, di marca Redi a secco, per impedire il ritorno di odori provenienti dalla rete di scarico.
L'impianto è predisposto per il funzionamento con gas R410A (gas refrigerante).

Impianto Gas

È stato progettato per il funzionamento a gas metano e realizzato secondo le normative vigenti (Norme UNI CIG). La fornitura del gas è necessaria per il solo funzionamento del piano cottura della cucina.

Le tubazioni per l'adduzione del gas sono in rame saldato, posto in parte in una nicchia predisposta, ed in parte sottotraccia fino all'ingresso dell'appartamento dove si trova una valvola di intercettazione generale.

Wc sospeso Globo Misura Bidet sospeso Globo Misura
Vasca Ideal Standard Hafro Tua Miscelatore lavabo/bidet Cristina Oltre Scaldasalviette Cordivari Claudia
Velta modello Loex
Pannelli Solari
Condizionatore
 
(Pdf Stampabile)

Scheda Tecnica Informativa Impianto Elettrico

L'impianto elettrico della vostra abitazione è stato realizzato in conformità con quanto prescritto dal Decreto Ministeriale D.M. 37/08 del 22 gennaio 2008 e in ottemperanza con la norma CEI 64/8.

Alla consegna dell'appartamento, ad ogni singolo proprietario verrà data una copia della dichiarazione di conformità che sarà vidimata dall'installatore elettrico esecutore dell'opera e compilata in conformità con il D.M. 37/08.

La documentazione relativa ai servizi comuni, come i garages ai piani interrati, le scale e gli impianti elettrici esterni verrà data in consegna all'Amministratore condominiale.

L'impianto elettrico è stato progettato garantendo in primo luogo la massima sicurezza alla persona utilizzando apparecchiature di protezione "SALVAVITA" di elevata sensibilità e di un impianto di terra adeguatamente dimensionato, che in caso di guasto dell'interruttore "SALVAVITA" garantisce una ulteriore protezione ai contatti indiretti con le parti metalliche accidentalmente in tensione (es. carcassa lavatrice).

L'impianto risulta così schematicamente realizzato:

Impianto Elettrico

Generalità Impianto Elettrico

L'impianto elettrico dell'appartamento è stato progettato e realizzato tenendo conto di un eventuale aumento di potenza. Attualmente il contratto prevede una potenza pari a 3,3 kW che potrà essere elevata fino a un massimo di 6 kW.

Al piano interrato dei garages, l'impianto elettrico è stato realizzato tenendo conto delle normative che regolano le autorimesse e gli ambienti soggetti al controllo dei vigili del fuoco.

Pertanto in caso di incendio chiunque si trovasse in prossimità delle vie di esodo sarà tenuto a rompere il vetro del pulsante rosso di emergenza con dicitura "allarme incendio", utilizzando l'apposito martelletto installato a fianco del medesimo.

Impianto Domotico Appartamenti

L'impianto domotico proposto nelle varie unità abitative permette la gestione e la programmazione dell'impianto di illuminazione gestito dalla "Centrale di Controllo", senza l'ausilio di costosi e laboriosi software.

Tale sistema BUS, potrà di seguito, essere ampliato al fine di poter gestire completamente e flessibilmente tutto l'impianto di riscaldamento, di condizionamento, di irrigazione, di antintrusione e del controllo degli accessi.

La caratteristica principale del sistema consiste nell'utilizzo di un unico BUS per il collegamento di tutti i dispositivi del sistema massimizzando le prestazioni in termini di confort, sicurezza e risparmio.

Nel sistema BUS, il collegamento tra i vari dispositivi avviene in modo "logico", in modo da consentire ad ogni apparecchiatura di ricevere e trasmettere segnalazioni e comandi codificati. Le informazioni così immesse circolano sul BUS, e vengono raccolte solo dagli apparecchi a cui sono destinate.

I singoli dispositivi di comando, segnalazione, attuazione, possono essere connessi in qualsiasi punto del BUS, senza alcuna logica particolare; sarà la centrale, programmata attraverso un semplice menù autoguidato a definire funzioni e collegamenti logici.

Modificando quindi, la configurazione attraverso la centrale, si modificano le correlazioni e le condizioni operative dell'impianto senza intervenire sui cablaggi.

La configurazione della "Centrale Generale" è assolutamente semplificata, infatti tutto avviene seguendo un menù di navigazione autoguidata, senza computer, programma di installazione e configuratori.

La versatilità del sistema diventa quindi totale, con la possibilità di riprogrammare l'utilizzo dei componenti per rispondere meglio alle esigenze di ogni locale.

Impianto di Forza Motrice Appartamento

L'impianto elettrico di forza motrice dell'appartamento è costituito da prese 2x10A e prese bipasso da 2x10/16A.

Le prese 2x10A sono derivate dal circuito illuminazione, con conduttori tipo N07 V-K da 1,5 mmq. protetti da interruttore automatico magnetotermico da 10A installato all'interno del centralino generale dell'appartamento.

Le prese bipasso 2x10/16A sono derivate dal circuito forza motrice, con conduttori tipo N07 V-K da 2,5 mmq. protetti da interruttore automatico magnetotermico da 16A installato all'interno del centralino generale dell'appartamento.

La potenza contrattuale di 3,3 kW (220V), fornita dall'Enel, garantisce un assorbimento massimo di corrente pari a 15A. Il carico massimo di potenza relativo all'impianto di illuminazione e all'impianto di forza motrice non dovrà quindi superare tale soglia, al fine di evitare lo scatto tempestivo dell'interruttore di protezione del contatore.

La potenza contrattuale di 6 kW (220V), mi garantisce invece, un assorbimento massimo di corrente pari a 25A.

In relazione alla potenza contrattuale scelta con l'ente fornitore, sarà garantita quindi, fino alla soglia di corrente massima assorbibile, l'utilizzo di 16A distintamente per le prese di servizio che per le prese (elettrodomestici) posizionate sotto il lavello cucina.

Qualità dei materiali

Tutti i materiali utilizzati saranno rigorosamente marchiati con "marchio di qualità" e di pregiate finiture.
La scelta di questi prodotti è stata sviluppata e perfezionata negli anni da un team di professionisti che opera in completa sintonia con le ultime tendenze del mercato nel segno di sistemi e strumenti tecnologicamente evoluti, qualitativamente affidabili e al tempo stesso, semplici nell'utilizzo.

Impianto Fotovoltaico

Sarà prevista, nel nuovo complesso residenziale la realizzazione di un impianto fotovoltaico posizionato sulla copertura dell'edificio per la produzione di energia elettrica.

I moduli fotovoltaici saranno del tipo al silicio policristallino ad alta efficienza.

Quest'ultimi saranno certificati per resistere alla pressione del vento e al carico della neve nonché avranno una tecnologia anti-ghiacciamento e deformazione.

L'impianto fotovoltaico sarà dato in opera completo di tutti gli idonei staffagli per tetto a falda e per la posa a terra comprendenti telai di supporto dei moduli, guide di base e ganci di ancoraggio.
Il sistema di staffaggio sarà collaudato e certificato secondo normative di sicurezza vigenti.
Per la trasformazione dell'energia dalla bassa tensione (24V) alla tensione nominale di esercizio di (230V) saranno utilizzati inverter, posizionati in appositi locali tecnici e idoneamente dimensionati per basse perdite di eserczio, correlati di trasformatore per separazione galvanica in conformità al nuovo DK5940.

(Pdf Stampabile)

Predisposizione Collegamento Internet via Radio nel Condominio

Il Residence Pisani è predisposto per il servizio Adsl in modalità Hiperlan tramite l'operatore Interplanet. Il sistema consente ai condomini di attivare collegamenti internet a banda larga e linee voce saltando completamente Telecom Italia, a prezzi concorrenziali e con la qualità dei collegamenti Adsl tradizionali.

Il servizio di predisposizione di INTERPLANET prevede:
- la fornitura in comodato gratuito dell'antenna INTERPLANET
- l'installazione dell'antenna INTERPLANET sul tetto del condominio
- la fornitura in comodato gratuito dello switch condominiale

Il servizio di predisposizione di Interplanet non include l'attività di cablatura ethernet degli appartamenti. Il condomino che vorrà attivare il servizio dovrà quindi richiedere un preventivo all'elettricista / antennista di fiducia per occuparsi di questo aspetto.

Una volta che la cablatura ethernet sarà realizzata, ogni singolo condomino potrà richiedere il servizio Adsl ad Interplanet, segnalando che il palazzo è già predisposto con un'antenna Interplanet.

Per farlo il condomino dovrà indicare in fase d'ordine il Codice di riferimento che era stato comunicato al condominio dopo l'attivazione della predisposizione.

In questo modo, dato che l'antenna Interplanet è già installata, non ci sarà più bisogno di sostenere costi di installazione, sarà necessario solamente collegare un router WiFi all'interno dell'appartamento.
Inoltre ogni condomino potrà scegliere il profilo Interplanet che più si adatta alle sue esigenze.

Listino Collegamenti Adsl Wifi Consumer

 

 

AIR-PLANET FAMILY EASY

 

AIR-PLANET
FAMILY TOP

 

AIR-PLANET
FAMILY MAX

 

Velocità download

 

3 Mb/s

 

4 Mb/s

 

7 Mb/s

 

Velocità upload  

 

256 Kb/s

 

384 Kb/s

 

512 Kb/s

 

Garanzia di banda

 

——

 

64 Kb/s

 

64 Kb/s

 

Indirizzo IP pubblico

 

Dinamico

 

Dinamico

 

Dinamico

 

Traffico internet

 

Flat

 

Flat

 

Flat

 

Traffico Peer To Peer (1)

 

Limitato

 

Illimitato

 

Illimitato

 

Caselle di posta

 

1 (25 Mb)

 

1 (100 Mb)

 

1 (100 Mb)

 

Linea telefonica Voip

 

——

 

1

 

1

 

Gestione router (2)

 

No

 

mediante richieste all’assistenza tecnica

 

mediante richieste all’assistenza tecnica

 

Assistenza tecnica (3)

 

base

 

estesa

 

estesa

 

Costo di attivazione

 

   € 48,00 (4)

 

   € 48,00 (4)

 

   € 48,00 (4)

 

Canone mensile

 

€ 22,80

 

€ 28,80

 

€ 34,80

(1) Il traffico definito come P2P è limitato nella versione EASY mediante l'impossibilità di aprire porte dall'esterno verso l'interno (id basso) ed è fortemente sfavorito rispetto al traffico sensibile alla latenza/burst (navigazione, posta, voip, vpn, etc..).
Come traffico P2P viene identificata la banda consumata da applicazioni di file sharing/transfer e da download di file di grosse dimensione da siti di scambio file. A titolo puramente esemplificativo: Emule, Bittorrent, Gnutella, Winmx, Kaza, megaupload, rapidshare, etc...

(2) Il router integrato è configurato in NAT. Nei contratti che prevedono la gestione del router, è possibile richiedere l'apertura o chiusura di determinate porte TCP/UDP.

(3) L'assistenza base prevede solamente il servizio di segnalazione guasti mediante segreteria telefonica o via mail. L'assistenza estesa prevede invece la fornitura di un numero telefonico diretto per contattare i tecnici di turno per qualsiasi problematica legata al servizio.

(4) In promozione con addebito bancario RID.

Costo router da installare nell'appartamento:
- Servizio solo adsl: Router Netgear + Wifi Euro 66,00 Ivato
- Servizio adsl + telefonia: Router Fritz Box Fon Wlano 7113 + Wifi + 1 linea VoIp Euro 129,00 Ivato
Tali apparati vengono forniti già configurati ed eventualmente possono anche essere noleggiati.
I prezzi indicati si intendono in Euro IVA inclusa.